seville les endroits insolites

Siviglia nascosta e insolita : un altro viaggio intenso

Ecco una Siviglia nascosta e segreta da scoprire in diversi luoghi.


In questa pagina dedicata a Siviglia nascosta e segreta, troverete :

  • monumenti fuori dai sentieri battuti,
  • luoghi insoliti dove fermarsi per mangiare e bere qualcosa,
  • hotel insoliti in cui soggiornare
  • e alcune informazioni curiose su Siviglia

Elenco di Siviglia nascosta e insolita


  1. Il Ponte Isabel II (Ponte di Triana)
  2. L’ultima Carbonería
  3. Cena negli antichi bagni arabi
  4. Chiesa di Santa María la Blanca
  5. Calle Reinoso (o Calle del Beso)
  6. Bar Bodega Santa Cruz
  7. No8Do
  8. Balcón de Rosina
  9. I Caracoles a maggio
  10. Siviglia, città dell’opera
  11. Bar Garlochí
  12. Università di Siviglia
  13. Bar Patio San Eloy
  14. Ceramica Asegurada de incendios
  15. Notti nei giardini dell’Alcazar
  16. Le mura della città del XII secolo
  17. L’Archivio delle Indie
  18. Artigianato religioso
  19. Le curiose pietre a forma di ruota
  20. Un bar per scoprire il vino arancione
  21. 3 colonne romane in marmo
  22. Il vicolo dell’Inquisizione
  23. Il teatro più piccolo del mondo
  24. Un drink sul tetto più alto dell’Andalusia

Il Ponte Isabel II (Ponte di Triana)



Questo ponte di Triana è una curiosità in sé: è una copia di un ponte di Parigi, situato accanto a Notre-Dame. Sebbene la “copia” sia ancora presente a Siviglia, il ponte parigino, il Pont du Carrousel, è ormai scomparso, essendo stato distrutto nel 1931.



Anche il ponte comunemente noto come Ponte di Triana è un luogo dove giovani e anziani suggellano il loro amore.



Attraversiamo questo ponte lasciando il centro storico di Siviglia per raggiungere il magnifico e popolare quartiere di Siviglia, il barrio di Triana.


Questo è il ponte utilizzato da tutti coloro che sono venuti a visitare Siviglia a piedi, in 3 giorni o più.


L’ultima Carbonería un luogo molto segreto di Siviglia



Ecco un negozio assolutamente unico a Siviglia…. perché è l’ultimo del suo genere. È l’ultima carboneria di Siviglia.



Qui si possono trovare tutti i tipi di carbone, a seconda delle esigenze (riscaldamento, barbecue e, in qualche raro caso, per riscaldare il braciere di una “mesa camilla”, ecco un esempio qui sotto (foto scattata nel magnifico villaggio bianco di Medina Sidonia):



Un’idea per un ristorante in una location insolita per una sera



Ecco un ottimo posto per cenare in un ambiente insolito, un antico bagno arabo.



Ecco l’indirizzo e la mappa per trovare il ristorante San Marcos.


Chiesa di Santa María la Blanca


È un monumento da non perdere. Questa piccola chiesa è spesso trascurata nei tour della città, ma ….



Nonostante la sua facciata discreta, questo tempio religioso è ricco di storia. Un tempo era una sinagoga, poi una moschea e ora una chiesa!



L’interno è di una bellezza infinita e dal soffitto si capisce che questa chiesa si chiama giustamente Santa María la Blanca.



Questa chiesa si trova nel cuore del favoloso e storico quartiere di Santa Cruz di Siviglia. la judería, si trova in gran parte in questo quartiere e l’altra parte nel quartiere di San Bartolomé.


La calle Reinoso (calle del Beso) una strada curiosa nella Siviglia nascosta


Sebbene sia ufficialmente conosciuta come Calle Reinoso, questa strada è ancora popolarmente nota come Calle del Beso.



L’origine di questo curioso nome risiede nella seguente storia: calle Reinoso, nel quartiere di Santa Cruz, è la strada più stretta di Siviglia. Si dice che in questa strada si possa baciare il proprio vicino sul balcone di fronte a sé….


Un ristorante per il pranzo, Bar Bodega Santa Cruz


È un piccolo ristorante di tapas a 2 minuti dalla Giralda. Il menu comprende la “comida casera” e il cibo è buono, con il vantaggio di un conto all’antica scritto con il gesso sul bancone!



Ho provato a fare lo stesso quando sono tornata in hotel, su un pezzo di carta… ci vuole pratica, però.


Ecco l’indirizzo e la mappa per trovare il Bar-Bodega Santa Cruz.


No8Do : qualcosa che si vede ovunque in città


Questo “logo” No8Do si può vedere in ogni strada di Siviglia, dal suolo alle facciate e alle insegne.



Non è un logo, ma il motto della città di Siviglia, scritto sotto forma di rebus. Quello che sembra il numero “8” rappresenta un gomitolo di lana, o più precisamente una matassa di lana.


La sua traduzione spagnola è “madeja”, che significa “no madeja do“, ovvero “no me han dejado” (“non mi hanno lasciato”).



La storia racconta che, nel XIII secolo, il re Alfonso X si trovò a combattere con il figlio Sancho, che voleva sottrargli il trono. Il popolo di Siviglia diede il suo appoggio incondizionato al padre per mantenere il suo trono. Essendo riuscito a impedire i piani del figlio, si dice che Alfonso X abbia detto del popolo di Siviglia: “No me han dejado”.


Il balcone di Rosina


Il Balcone di Rosina è senza dubbio il balcone più famoso di Siviglia. Una leggenda lo circonda. Si dice che una scena de Il barbiere di Siviglia, scritto da Beaumarchais, sia ambientata in questa piazzetta, su cui si affaccia il balcone. Questa leggenda rimane tale perché l’edificio è stato costruito dopo che Beaumarchais aveva scritto Il barbiere di Siviglia… Tuttavia, la leggenda è quasi già diventata storia.



Tuttavia, la trama di questa scena, ambientata in un’opera di Rossini, è anche uno dei motivi “comici” per cui da qualche anno non si fanno più visite teatrali a Siviglia. Si può facilmente immaginare che il tenore nel ruolo del Conte Almaviva con il suo “Figaro, Figaro, Figaro,……” abbia finalmente stancato i vicini.


I Caracoles a maggio


Prima di dedicarci all’opera in Siviglia, ci concediamo una piccola pausa “tapas”.



Il mese di maggio è il momento ideale per scoprire e assaggiare una specialità che si trova soprattutto in questa parte dell’Andalusia (Siviglia, Cordova, Huelva e Cadice). Sono le lumache (caracoles).


caracoles-al-caldo-riogordo

In questo periodo si possono trovare in molti ristoranti.


Siviglia, città dell’opera, un grande tema di Siviglia nascosta e segreta



Non sono abbastanza esperto per verificare, ma si dice che oltre un centinaio di opere o scene d’opera utilizzino Siviglia come ambientazione per le loro trame. Le più note sono di Rossini (Il barbiere di Siviglia), Beethoven (Fidélio), Mozart (Le nozze di Figaro), Bizet (Carmen) e altri.



Siviglia, città dell’opera” è uno dei tanti slogan della città. Eccone uno che segnala il luogo di una scena dell’opera Carmen (quando Carmen fugge dai soldati che la inseguono).



La foto mostra la scena nella Juderia, nell’attuale Santa Cruz:



NB: non è un argomento correlato, ma nel 2006 l’UNESCO ha dichiarato Siviglia “città creative della musica”. È stata la prima città al mondo a ricevere questo riconoscimento. Ha ottenuto il riconoscimento per essere una delle culle del flamenco, per aver lanciato diversi compositori… e per altri motivi che ho dimenticato…


Un’idea per un bar dopo cena: Bar Garlochí


Durante il giorno, questo bar sembra chiuso da anni, quindi si può passare davanti senza vederlo. Dovete venire la sera, perché apre dalle 21 alle 2 di notte.



Questo posto è assolutamente incredibile, con un mix di profano e sacro. Inoltre, l’atmosfera è fantastica.



Per un’atmosfera insolita a Siviglia…. sarete ben serviti!

Per quanto riguarda le bevande, non c’è un menu, ma la specialità del bar è il Sangre de Cristo. Un cocktail a base di whisky, cava e succo di melograno.



La Duchessa d’Alba era una cliente fedele. Oggi, un’intima della famiglia, la cantante Luz Casal, vi fa visita di tanto in tanto.


Ecco l’indirizzo e la mappa per trovare il Bar Garlochí.


L’Università di Siviglia il meglio della Siviglia segreta e nascosta



Questo è il tipo di luogo che ti fa venire voglia di tornare a scuola quando lo attraversi. L’Università di Siviglia è incredibilmente bella.



…Anche la serratura della porta d’ingresso dell’università è magnifica….



La cosa curiosa è che l’università si trova nell’ex fabbrica reale di tabacco. Questa posizione non è stata scelta a caso. All’epoca, la fabbrica di Siviglia aveva il monopolio del mercato del tabacco nelle Americhe.



E fin da Cristoforo Colombo, le navi dirette nelle Americhe partivano da Siviglia, navigando lungo il Guadalquivir per raggiungere e attraversare l’oceano.


È un vero piacere andarci e visitare ciò che è aperto al pubblico.



Si può imparare molto sull’antica fabbrica di tabacco. E per gli amanti dell’opera, si può immaginare Carmen che lavora in un laboratorio.


sevilla-insolita-carmen-fabrica-de-tabaco
Foto in mostra all’università

Mi è piaciuta anche la riproduzione di una statua di Marco Aurelio, proprio accanto alla divisione di Filologia greca e romana! Non stiamo scherzando.



Il Bar Patio San Eloy


Vale la pena ricordare che a Siviglia fa spesso caldo. Quindi spesso si ha sete. Alla fine di un viaggio a Siviglia, ci si rende conto di aver “visitato” anche molti bar.


Il Patio San Eloy è un’istituzione di Siviglia, dove si possono mangiare le tapas locali. In realtà, ci sono 7 o 8 bar Patio San Eloy a Siviglia.

Il mio preferito è anche il più antico, che si trova sulla strada per il quartiere della Macarena. Ha anche uno spazio davvero insolito per un drink o un pranzo.



Ecco l’indirizzo e la mappa per trovare il più antico Patio San Eloy di Siviglia.


Ceramica Asegurada de incendios


Queste ceramiche “Asegurada de incendios” sopra le porte d’ingresso degli edifici risalgono al XIX secolo. Come in altre grandi città, il servizio antincendio pubblico non esisteva ancora.



Le squadre di uomini che combattevano gli incendi erano private e ogni compagnia assicurativa aveva la propria squadra. La compagnia assicurativa ritirava le targhe quando non veniva pagato il premio antincendio e gli edifici interessati non avevano diritto allo “stesso servizio” in caso di problemi.


Serate nei giardini dell’Alcazar


Ecco un’idea per una splendida serata a Siviglia alla fine di giugno. Ogni anno si tiene un festival musicale di 7 giorni nei giardini dell’Alcazar.


Noches 2023 en los jardines del Alcazar de Sevilla

È uno spettacolo magnifico, al prezzo di 7 euro, in una cornice eccezionale.


Si noti che l’ingresso è dalla parte opposta rispetto all’Alcazar. L’accesso avviene attraverso la Puerta de Alcoba (in basso) e il concerto inizia generalmente alle 22.30.



Il palco del concerto si trova nei Jardines del Cenador de la Alcoba.

Dal sito web dell’Alcazar è possibile acquistare online i biglietti per questi concerti del 2023.


Le mura della città del XII secolo


Siviglia conserva ancora alcuni elementi della cinta muraria del periodo almohade.



Era il XII secolo e Siviglia si chiamava išbíliya. La parte più importante delle mura si trova nel quartiere La Macarena, leggermente decentrato.



L’Archivio delle Indie


Si tratta di un edificio molto interessante, con un ingresso piuttosto discreto, la cui visita è davvero incredibile. La visita è gratuita.


Risale al 1785 e l’artefice del progetto fu don José de Gálvez, originario del curioso villaggio di Macharaviaya. Questo edificio, proprio accanto alla cattedrale, riunisce tutti gli originali di tre secoli di storia spagnola nei territori che vanno dalle Americhe alle Filippine. Ci sono, naturalmente, tutti gli scritti dei famosi navigatori, a partire da quelli di Cristoforo Colombo.



Non è altro che il centro documentario di quello che sarebbe stato conosciuto come il Nuovo Mondo.


NB: ci sono 8 km di documenti lineari, che raccolgono 80 milioni di pagine manoscritte…


Artigianato religioso


C’è un mestiere di cui si parla raramente, ma che è assolutamente incredibile: l’artigianato religioso. Molti artigiani lavorano e si guadagnano da vivere, tra le altre cose, con la fabbricazione e la manutenzione dei troni processionali.



Per i credenti, questo artigianato offre anche una vasta gamma di oggetti decorativi e di capi da indossare.

Di seguito una foto che può sembrare divertente, ma è seria.



Le pietre a forma di ruota una curiosità a Siviglia


Alla base degli edifici di Siviglia si trovano molte pietre rotonde. Questo è particolarmente vero nel quartiere di Santa Cruz (l’antica Juderia di Siviglia), che ha molte strade molto strette.



Questa curiosità è dovuta al fatto che le carrozze che passavano per queste strade strette danneggiavano gli edifici. E poiché gli edifici della città non erano stati costruiti utilizzando la roccia dura per proteggere la base degli edifici, si pensò di utilizzare le macine di pietra.



I mugnai e i loro vicini mulini servirono quindi a “solidificare” la città.



Un bar per scoprire il vino arancione (Vino de naranja)


Dopo aver camminato per tutte queste strade, e visto il caldo, possiamo fermarci di nuovo in un bar. Ecco un bar tradizionale dove si può provare il vino de naranja, una specialità sivigliana a base di arance amare. Da scoprire in questo bar.



Ecco l’indirizzo e la mappa del Bar Casa Morales.


Scoprite 3 colonne romane in marmo nel cuore di Siviglia


Nella foto qui sotto, tre colonne romane risalenti all’epoca dell’imperatore Adriano, alla fine del I secolo d.C.. Si trovano in Calle Marmoles.


NB: L’imperatore romano Adriano nacque a Italica nel 76 d.C.. La città di Italica, fondata da Scipione l’Africano, si trova proprio accanto a Siviglia e merita una visita.



Oltre alla fortuna di averli trovati, perché hanno avuto diverse vite…. Sono insolite perché sono state realizzate in granito egiziano, come quelle del Pantheon di Roma. La loro base è in marmo proveniente da una cava andalusa.


Il vicolo dell’Inquisizione


Abbiamo iniziato da un lato del Ponte di Triana, quindi concluderemo con due luoghi insoliti di Siviglia proprio dall’altro lato del ponte.

Il primo è il Vicolo dell’Inquisizione (Callejón de la Inquisición), che si trova proprio dietro il mercato coperto di Triana. Ha una storia terribile.



Alla fine dei 35 metri di questo vicolo si trovavano il Sant’Uffizio, il Tribunale dell’Inquisizione, dove venivano giudicati gli eretici, e naturalmente la prigione dove gli eretici venivano rinchiusi prima di essere messi al rogo.


NB: una parte del Sant’Uffizio e del Tribunale dell’Inquisizione è oggi un hotel.


Un ultimo luogo segreto e nascosto di Siviglia… al mercato di Triana.


Nascosto tra le bancarelle di frutta, verdura, salumi e pesce, si trova un piccolo teatro:



È forse il teatro più piccolo del mondo, con soli 28 posti a sedere… Il flamenco viene talvolta rappresentato in questo luogo molto intimo.

Al seguente link troverete il programma attuale del CasaLa Teatro.


Prenotare un alloggio a Siviglia


Di seguito trovate un programma di ricerca per trovare un alloggio a Siviglia. Ecco 2 suggerimenti per rimanere in tema con l’articolo:


Hotel Sevilla kitsch



Questo hotel si trova in pieno centro, a 2 minuti dalla cattedrale, quindi in posizione ideale. Il posto è tranquillo, con solo un occasionale rumore di zoccoli di cavalli che passano, il che è abbastanza sorprendente.



Ecco il link all’hotel Sevilla Kitsch per vedere le foto e/o prenotare.


Hotel Casas de los judios


Si tratta di un luogo davvero straordinario per chi ha la fortuna di soggiornarvi, in quanto è un hotel a 4 stelle.

L’hotel è bellissimo, con un gran numero di patii e camere. Ho avuto la fortuna di visitarlo e c’è un patio, con una sola camera, che ha attirato la mia attenzione, “Casa de Mose Bahari“.



Ecco il link all’hotel Las Casas de la Juderia, per vedere le foto e/o prenotare.


Un ultimo suggerimento per l’alloggio: la Torre Sevilla… per gli amanti delle altezze.


È l’unico grattacielo – rascacielos – di Siviglia, alto circa 200 metri!

La Torre è stata progettata dall’architetto argentino César Pelli. Egli ha già progettato torri iconiche come le Petronas Towers di Kuala Lumpur, il World Financial Center di New York e la MOMA Museum Tower nella stessa città.



…In cima, potrete sorseggiare un drink sul tetto più alto dell’Andalusia… Un luogo straordinario per ammirare il tramonto su Siviglia.


E per chi volesse pernottare a questa altitudine, ecco il link all’hotel a 5 stelle: Eurostars Torre Sevilla.


Un piccolo retroscena: durante la costruzione del grattacielo, l’UNESCO è intervenuta per esprimere la propria preoccupazione e il rischio che il centro storico di Siviglia venisse classificato come patrimonio dell’umanità in pericolo.


Di seguito trovate una mappa di Siviglia con gli hotel attualmente disponibili (modificate le date se necessario):


Booking.com

Cosa fare a Siviglia?


Di seguito troverete una serie di idee per attività e visite, classificate per tema. È possibile prenotarli online oggi stesso.


La cosa interessante è che tutte le attività possono essere cancellate fino a 24 ore prima della data prevista:



Alcuni link utili (noleggio auto, altre idee per le visite)


Prenotazioni veloci, semplici ed economiche:






Se state lasciando Siviglia in direzione di Ronda, Antequera o Malaga, ecco un’idea originale per una visita in viaggio: la visita a un allevamento di maiali iberici 100% biologici. Prenota la visita alla fattoria (4 ore) è un’occasione non solo per imparare tutto sulla denominazione iberico, ma anche per assaggiare diversi prodotti garantiti con questa famosa denominazione iberico. Anche il vino che accompagna le degustazioni è biologico.


Se vi trovate in Andalusia nell’ambito di un tour che prevede la visita di diverse città importanti, ecco alcuni link che potrebbero interessarvi:


Visita Cadice, la capitale della Costa de la Luz


cadix cadiz cathedrale catedral cathedral cattedrale

Cadice è una città dal passato incredibile e dalla grande bellezza. Ecco le cose imperdibili da vedere a Cadice.


Malaga


Quando raggiungi la Costa del Sol troverai in questo link cosa vedere a Malaga:


visiter-malaga-art-de-rue-place-juderia-proche-musee-picasso
Arte di strada accanto al Museo Picasso Malaga

Se ti fermi qualche giorno a Malaga e hai un po’ di tempo, ti invito a scoprire anche le curiosità e i luoghi insoliti di Malaga.


Granada


Visita Granada, scopri i quartieri Albaicin e Sacromonte:


sacromonte-in-granada-view-on-alhambra-2

Cordoba


E, naturalmente, visita Cordoba, la città del califfato, e il quartiere della Juderia.


visiter-cordoue-facade-sculptee-de-la-mosquee-cathedrale

Scoprite altre bellezze dell’Andalusia nelle pagine del blog Andalusia.


Ecco il link per ricevere la nostra newsletter dal blog andaluciamia.com


Gli ultimi articoli sull’Andalusia


Pin It on Pinterest

Shares
Share This
Avete bisogno di altre informazioni?